venerdì 19 aprile 2013

BIONDI SI NASCE E SI DIVENTA!


Da sempre sostengo che il BIONDO sia un moto dell'anima, la capacità personale di fare sul serio ma non prendersi sul serio... La soave capacità di ridere alla vita, pur essendo persone "serie&affidabili". La libertà di essere MERAVIGLIOSAMENTE sé stessi, senza filtri e mascheroni (quelli idratanti esclusi ovviamente).

Probabilmente l'arringa costante sulla Bionditudine  funziona e l'amico Emiliano Balsamo (che si definisce bello, disponibile, disinibito e sopratutto motociclista) crea ad hoc il manifesto della BIONDITUDINE:




Da notare la kikka del teschio... che rende il tutto moolto glam rock!

Ma la storia non finisce qui... a pranzo incontro Paola TheGas Rizzo ufficialmente Art Director di successo che nella vita di tutti i giorni è l'incarnazione della Riders Girl: una donna tutta passione e pistoni, che mi dice "Ax aspetta questo pomeriggio e vedrai..."

Attendo curiosa l'arrivo della mail dall'amica mora... All'improvviso il telefono fa bip bip...Et Voilà Voilà.... Una grafica imperiale!




Ora non si può che non concordare con il fatto che: BIONDI SI NASCE E SI DIVENTA!

Grazie a Emi e a The Gas per questi stupendi MANIFESTI ALLA BIONDITUDINE e benvenuti nel BLONDEWORLD!

mercoledì 17 aprile 2013

PARTECIPA E VINCI SHOPPING CON ELLE.IT E MCARTHURGLEN


A.A.A PARTECIPA E VINCI SHOPPING??!!!!! Occasione ghiotta per tutte le fashion addicted...non potevo non segnalarla

Nei centri di Marcianise e Noventa di Piave nei giorni 20 e 21 aprile e in quelli di Serravalle Scrivia e Barberino del Mugello nei giorni 27 e 28 aprile sarà presente il personale Elle.it, munito di tablet, che aiuterà le visitatrici nella registrazione, farà conoscere l’attività e riconoscere i “dettagli di stile”. Fashion specialist di elle.it, dal look inconfondibile, accompagneranno nello shopping le clienti che lo desidereranno, suggerendo i capi e gli accessori più adatti. Le partecipanti potranno immortalarsi con un accessorio e postare la fotografia sul sito www.fashionspring.elle.it. L’immagine potrà poi essere condivisa sui social network.
Una giuria selezionata, della quale faranno parte stylist di elle.it, premierà le migliori scelte di accessori con un voucher spendibile nel proprio Outlet McArthurGlen di riferimento

Sarà possibile seguire l’evento in diretta sui social network attraverso post dedicati, foto dall’outlet e su www.fashionspring.elle.it dove sarà visibile la gallery dei partecipanti.  
Tutte le clienti accompagnate dalle fashion specialist elle.it, riceveranno una simpatica borsa Fashion Spring Dettagli di Stile.


GOOD LUCK!


martedì 9 aprile 2013

SALONE DEL MOBILE 2013: ECO-BORSA DE I PROVENZALI



La Design Week Milanese è ufficialmente cominciata: fiera, presentazioni ed eventi si accavallano: necessaria una borsa dal look originale... La soluzione arriva diretta via e-mail dalla multitasking Katia Cortellezzi: ECO-BORSA DE I PROVENZALI.

L“Eco-borsa de I Provenzali” racchiude al suo interno diverse variabili: design, responsabilità sociale e rispetto per la materia prima (che altrimenti sarebbe stata materia di scarto!) che grazie a questo progetto vive una seconda vita.
Ottenuta dalla lavorazione degli involucri resistenti e sicuri in cui ‘viaggiano’ le materie prime 100% vegetali che stanno alla base dei prodotti I Provenzali, l’Eco-borsa de I Provenzali” è realizzata totalmente a mano dalla filiera tessile bio-equa Made in NO .
Dal design originale, appare foderata da una seconda pelle anche internamente, accoppiata con la stessa resistente carta conciata con cui è realizzato l’esterno della borsa. Realizzata a mano da artigiani esperti, senza produrre alcun ulteriore scarto, in filiera etica, equa e Made in Italy, presenta dei comodi manici in vero cotone biologico, certificato dall’Istituto di Certificazione brasiliana IBD, puro al 100% e per questo anche molto ben tollerato da chi soffre di allergie o dermatiti.

La Eco-borsa viene presentata al fuorisalone dal Saponificio Gianasso all'interno del FOOD DESIGN FACTORY (mostra ideata da CODE e Salamanca Design & Co) nella suggestiva location di via delle Erbe 2, nel Brera District.

La borsa verrà caricata nello store al termine del salone, ora già disponibile su Amazon:

martedì 2 aprile 2013

RISOTTO ALLE FRAGOLE






INGREDIENTI (x 4 persone):

- riso carnaroli (10 pugni)
- prosecco di Valdobbiadene
- 500 gr di fragole fresche 
- burro
- pepe nero 
-olio di oliva 
- sale
-1/2 dado di carne


C'era una volta una bambina che assaggiava tutto ma mangiata poco, veracemente poco, poi un giorno la sua mamma gli preparò fragole con zucchero e limone e lei le mangiò con gusto, ma talmente tanto gusto, che per tutta la stagione il suo musetto fu tinto di rosso.
Da quel giorno le fragole sono il mio frutto preferito ed è per questo che è mia tradizione un menù total berry il mio compleanno. 

Primo piatto? Risotto alle fragole!
Come prima cosa taglio le fragole a pezzettini

TORTA ALLE FRAGOLE CON CREMA ALLA NUTELLA



INGREDIENTI:

- preparato per pan di Spagna
- 4 uova 
- 40 cl H2O
- 1 bicchiere Nutella
- 500 gr fragole fresche
- zucchero bianco e di canna
- 2 confezioni di panna da montare
- barra cioccolato fondente

Il tempo passa, non si ferma e i compleanni si  sommano senza sconti. Ho la soluzione! Per buttare giù l'amaro boccone è ne necessario un mare di calorie fatto di panna, nutella e fragole. Una torta semplicissima da preparare, ma sicuramente al top per riempire cuore, animo e manigliotti dell'amore. 

Immagino che tanti di voi non abbiano molto tempo a disposizione, sono fondamentali quindi qualche trucco pratico e un buon robot da cucina per simulare l'aiuto chef. 
Iniziamo con la base: il pan di Spagna.
So che le amanti dei dolci avranno da obiettare, ma credo che per preparalo si possa arrivare  ad un ragionevole compromesso tra la ricetta tradizionale e quello confezionato: comprate il preparato (a cui vanno aggiunte solo le uova e un goccio d'acqua). Ha un ottimo sapore e accorcia i tempi, sopratutto se come come me vi siete trovati a preparare il dolce a mezzanotte passata, come seconda parte di una serata iniziata con un meraviglioso B-Party...

Ciccio (il mio robot) e io siamo pronti: spacco le quattro uova che finiscono dirette nel suo bocchettone e le sbattacchio fino ad ottenere un qualcosa che sembra un composto omogeneo.  In cucina del resto è come in amore... ci muove conoscenza ma anche istinto, quindi bisogna sapere, toccare e non aver paura di impiastrarsi.
Con delicatezza inizio a unire alle uova il preparato del pan di Spagna, mentre le pale di Ciccio continuano a mescere vorticose e considerato che  inizieranno a fare fatica,  onde evitare di rimanere nel cuore della notte con impasto e robottino da buttare, aggiungo pian piano anche l'acqua a temperatura ambiente (io uso la Sant'Anna). Appena vedo che l'impiastro è diventato un impasto, spegno Ciccio e verso il contenuto in una tortiera (quella con i bordo che si stacca) e metto il tutto nel forno per 45 min c.a., che ovviamente ho già preriscaldato  a 200' . 

Avendo più di 45 minuti da riempire mi sbrigo a lavare Ciccio e a montare la panna (ricordate che per ottenere un buon risultato la panna deve essere essere fatta prima raffreddare). 
Metto le palette a mille e quando la panna è montata (la riconoscete perché fa le ondine ed è piuttosto solida) aggiungo lo zucchero bianco. Non molto per la verità considerato che dopo verrà messa la nutella e la salsa di fragole. 
Una volta montata metto metà della panna in una ciotola per poi farla raffreddare in frigo , all'altra metà, che è rimasta in Ciccio, aggiungo la Nutella. La quantità giusta? Da bianca, la panna montata deve diventare di un bel color brown accesso e se solo vi sembra palliduccio: AGGIUNGETE  NUTELLA!! Non è una torta a risparmio calorico. Arrivata a colorazione corretta metto anche questo composto in frigo.

E' ora di dedicarsi alla salsa di fragole.

mercoledì 27 marzo 2013

HAPPY PINK BIRTHDAY TO ME


Il compleanno? Il giorno più bello dell'anno! Passano i lustri, le rughe iniziano a farsi spazio sulla pelle (un giorno non sarò vecchia, solo vintage) e ancora non so cosa farò da grande. Ogni 365 aspetto con ansia questo giorno, perché è il giorno in cui ringrazio di aver avuto la possibilità di giocare questo gioco bizzarro chiamato vita. E questa vita con cui tutti c'è la prendiamo in fondo, e nemmeno troppo, "ammé me piasce".
E visto che oggi è il MIO giorno ho deciso di unire alcune delle mie passioni: musica, moda&cucina...conditi da un tocco di rosa, che non guasta mai.

Come da tradizione in tavola non possono mancare il risotto alle fragole e la torta panna, nutella e fragole. A cellulite, pancetta e prova costume ci pensiamo da domani, oggi la parola d'ordine è COCCOLARSI.

Inizio a tagliare le fragole fresche mentre mi dedico un Happy Birthday Mr. President by Marilyn, e mentre uso il mestolo come microfono inizio a far tostare il riso. All'urlo della Carrá annaffio il riso con un prosecco di Valdobbiadene della cantina Vigna del Bacio e faccio sfumare, aggiungo una parte delle fragole, un pizzico di sale, un pizzico di zucchero e inizio ad aggiungere il brodo. Mentre giro  amorevolmente il riso, il pan di Spagna prende forma nel forno e la salsa di fragole si addensa. Willy.I.am e Britney danno il ritmo alla panna che monta e che a breve verrà unita a due cucchiaioni di Nutella per creare la TORTA.





Il tutto prende forma e anche la mia pink wish list... "Vorrei,vorrei esaudire tutti sogni tuoi" canta Cesare (a cui faccio un Brindisi considerato che è anche il suo compleanno) e con cui non posso che essere d'accordo a patto che i sogni siano i miei.

Vorrei...Vorrei...

Torta Fragole Cioccolato clicca e scarica la ricetta.

Risotto alle fragole clicca e scarica la ricetta


CASADEI

UNDER MY SKIN


                                        
                                      ACCESSORIZES
 
CARRERA


martedì 19 marzo 2013

RISOTTO SALMONE & ASPARAGI PROFUMATO ALL'ARANCIA E ANICE




INGREDIENTI x 4:

- riso carnaroli (2 pugni per ogni commensale + 2 per la pentola)
- 2 trancetti di salmone fresco
- 1 mazzetto di asparagi ( media grandezza)
- 2/3 arance di Sicilia
- anice secco
- vino bianco
- dado di pesce



È domenica e mi rendo conto che non ho pensato a cosa cucinare, e sopratutto se ho qualcosa in dispensa...La fame batte e le idee vacillano. Check della cucina. Abbiamo: salmone e asparagi freschi e attenzione... con la coda dell'occhio vedo che ho anche delle meravigliose arance di Sicilia. Sfido la sorte e improvviso. 

Prendo gli asparagi e ne taglio via punte, nel frattempo scotto con un filo d'acqua (il q.b. per non rovinare la pentola in ceramica) i tranci di salmone per togliere agevolmente la pelle. Evitate l'olio, considerato che il salmone è già abbastanza grasso e ne butta fuori durante la cottura.

Spino e taglio a cubetti il salmone e scotto le punte di asparagi con un filo d'olio, il succo di 1 arancia e una spruzzata di vino bianco. Quando il salmone è cotto e gli asparagi morbidi, salo (a piacimento) e aggiungo delicatamente l'anice. Mi raccomando non eccedete, poiché è vero che aiuta a sgrassare il gusto del salmone, ma è anche un sapore molto forte, che può non piacere a tutti. A cottura terminata, metto a riposare.

Per il risotto seguo le regole base. Preparo anticipatamente il brodino di pesce con il dado di pesce e metto a scaldare l'olio e a temperatura aggiungo il riso, salo e quando è tostato lo sfumo con il succo dell'altra arancia e con vino bianco. Quando il tutto evapora, aggiungo il brodo, abbasso la fiamma e pian piano rimpinguo quando si consuma sino ad arrivare quasi alla cottura ottimale.
In questo momento, e solo in questo momento, unisco il preparato di salmone e asparagi. Mescolo, assaggio e aggiungo una noce di burro per mantecare.

Ora non manca che impiattare: scelgo come di consuetudine un piatto piano, posiziono al centro il risotto e guarnisco con dei pezzetti di salmone e asparagi accarezzati da filetti di buccia d'arancia (perché non si butta mai via niente), fotografo e servo.

RICORDA: il risotto ha bisogno di pazienza e amore, quindi quando di prepara bisogna continuare a girarlo in modo che non attacchi.

Buon appetito!











venerdì 1 marzo 2013

RIBS: VINO & TERRITORIO, INIZIA LA DEGUSTAZIONE A SPASSO PER L'ITALIA

Apriamo i giornali e non si fa altro che parlare della nostra povera Italia...
Io questa povera Italia,però, la amo. Da Nord a Sud, da Est ad Ovest. Di lei, povera Italia, amo i profumi, le storie e la capacità pittoresca di fare "all'italiana". Dell'Italia amo la capacità di raccontarsi attraverso le persone e le sue specialità...
Per questo suggerisco a di iniziare a riscoprire l'ogoglio di essere Italiano attraverso un percorso eno-gastronomico curato dai sommelier AIS Adriana Licciardello & Davide Gilioli



lunedì 25 febbraio 2013

EICMA 2013: I MOTOCICLISTI SONO CAMBIATI

Le linee guida sono poche, semplici e chiare ma avvolte da un alone di mistero. L'invito per la presentazione della nuova campagna pubblicitaria di EICMA 2013 recita:

"EICMA è lieta di festeggiare con voi
l'avvento dei nuovi motociclisti
CI  DIVERTIREMO ABBIATE FEDE"

Cosa  hanno in comune la fede con le due ruote? Per scoprirlo è necessario presentarsi  lunedì 18 febbraio ore 19.30 allo Spazio San Paolo Converso. Dress code un casco. 

Entrando, la prima cosa che colpisce è l'imponente telo purpureo che cela la nuova campagna pubblicitaria, protagonista al centro dell'altare. Il tempo di pochi convenevoli e la carismatica Giulia Marrone, Responsabile Relazioni Esterne Confindustria ANCMA ed EICMA, fa gli onori di casa introducendo il Direttore Generale Pier Francesco Caliari, che è anche la chiave di volta della nostra curiosità. Come promesso un discorso breve, fatto di passione, emozione e prospettiva. L'attesa però continua nelle parole di Mario Attalla, Ad e Ceo di Grey Italia, l'agenzia creativa che da tre anni segue la manifestazione e a cui è stata richiesta una "campagna della madonna".
La tensione sale, finalmente il telo scivola a terra e lo sguardo non può che rimanere fisso su una magnifica Madonna con Bambino. Non convenzionale, non banale assolutamente in puro stile EICMA è la nuova campagna pubblicitaria della 71° edizione dell’Esposizione Internazionale del Motociclo. Racconta una storia moderna, che pone l'attenzione sul mercato femminile come comparto integrante del mondo a due ruote. Nella mia testa vedo l'audacia e determinazione di Beatrix Kiddo volta a proteggere il futuro della mobilità simboleggiato dal paffuto bambino. E per una volta a rappresentarci una donna vestita, addirittura in abito da sera, senza seni o glutei scoperti. Una vera rivoluzione, che allontana dall'associazione moto-bellona. Sicurezza, Responsabilità, Mobilità, Passione, Creatività, Visione e Infrastrutture le 7 virtù delle moto che i Direttori Creativi Associati, Francesco Fallisi e Simona Angioni, sono riusciti a raccontare e sintetizzare con accattivante semplicità. 

Gli applausi dichiarano il successo, e dal movimento delle dita dita sugli smartphone è facile intuire che in pochi attimi il messaggio che ha iniziato a rimbalzare da un capo all'altro dell'Italia per raggiungere anche ci non è potuto intervenire è univoco: 

I MOTOCICLISTI SONO CAMBIATI


EICMA 2013
7-10 NOVEMBRE 2013
(5-6 DEDICATI A  STAMPA E OPERATORI)
www.eicma.it



San Paolo Converso

Gli Apostoli
Alberto Soiatti
Alberto Cecotti

Il destriero BMW K75 by Alvus





lunedì 11 febbraio 2013

SAN VALENTINO: REGALA L'AMORE

"Dammi mille baci, poi cento
poi altri mille, poi ancora cento
poi altri mille, poi cento ancora.
Quindi, quando saremo stanchi di contarli,
continueremo a baciarci senza pensarci,
per non spaventarci e  perché nessuno,
nessuno dei tanti che ci invidiano,
possa farci del male sapendo che si può,
coi baci, essere tanto felici"

Catullo


La magia di San Valentino si sta perdendo per strada: chi lo dimentica, chi lo taccia di essere una festa commerciale e chi dice che per festeggiare non si abbia bisogno di una data.

Troppe volte però sento gli amici lamentarsi della mancanza di intimità. "Lui non mi cerca, lei si addormenta", e così dal fare faville dei primi tempi in cui si è tutti profumo e guepire, si passa a divano, calzettoni e morte sessuale. Dovrebbe essere vietato dalla Convenzione di Ginevra!

Allora, se ogni occasione è buona per far festa, scatenate la fantasia e stupite il vostro partner ufficiale o ufficioso  con una sexy sorpresa...

Io consiglio Play Little Devil, l’anello vibrante disegnato con corna asimmetriche per regalare fino a 30 minuti di piacere divertente, sapientemente progettato con questi trasgressivi accorgimenti per una migliore stimolazione clitoridea. Versione aggiornata del precedente anello Gen 3, il Play Little Devil vanta una forma innovativa, studiata per gratificare la coppia attraverso un ritmo vibrante comandato da un solo tasto di accensione e spegnimento.

Oppure potreste scegliere il lubrificante a base acquosa Durex Top Gel Passion Fruit, goloso e senza calorie, può essere il perfetto terzo elemento per un gioco a due.


E se poi San Valentino è la prima volta per un incontro ravvicinato, ricordate di usare i preservativi! Date alla vostra responsabilità un gusto esotico con Tropical, i profilattici colorati e aromatizzati ai gusti di banana, fragola e mandarino. 

BUON DIVERTIMENTO AGLI INNAMORATI E NON!

                                    
 


domenica 10 febbraio 2013

MASERATI QUATTROPORTE: L'ELEGANZA SI FA STRADA

Dal 1963 Maserati Quattroporte è sinonimo di berlina di lusso, sintesi perfetta tra eleganza e cattiveria sportiva. Da 0 a 100 km/h in soli 4,7 secondi raggiunge i 307 km/h, un'anima sportiva che vive nel propulsore di nuova generazione V8 biturbo di 3,8 litri capace di 530 CV, il più potente dell'intera gamma Maserati.
Oltre alle linee sinuose, Quattroporte declina la sua unicità attraverso le rifiniture di pregio, le pelli di Poltrona Frau, il sistema HiFi premiu firmato Bowers & Wilkins e i pneumatici Pirelli P Zero.
Ammiraglia italiana per eccellenza Maserati é stata presentata in anteprima al Salone dei Tessuto a Milano giovedì 7 gennaio. Ora è pronta per portare l'eleganza su strada.

mercoledì 6 febbraio 2013

MALIKA AYANE A GIOIA: SE HAI UNA VITA, GIOCATELA DA BIONDA E AL FESTIVAL NON PUNTATE SU DI ME

Malika Ayane conferma, attraverso le sue dichiarazioni al settimanale Gioia, che essere bionde è un moto dello spirito e una modus vivendi, sempre.

Da mora a Bionda spiega nell’intervista di Paola Maraone il suo “colpo di testa”:«Non so, forse da una bionda ci si aspetta meno». Non è uno stereotipo? «In parte, ma non mi dispiace. Essere bionda è deresponsabilizzante. Una volta un amico mi ha detto: «Se hai una vita sola, giocatela da bionda. Che non vuol dire, poi, non fare le cose. Da bionda ho preso in mano dall’inizio alla fine le redini del mio ultimo album, anche come produttrice. Scrivo in modo più rilassato, riesco ad andare al Festival senza stress, ad affrontare un servizio fotografico senza crisi isteriche. In effetti non ci sta che una bionda sia musona o depressa, dunque sono obbligata a sorridere di più rispetto a prima».



Al Festival di Sanremo 2013 la danno come preferita, forse è questo a rilassarla davvero: «L’hanno fatto anche nel 2009 e nel 2010! Ma siccome non ho mai vinto, sconsiglio a chiunque di scommettere su di me».


 Ma noi le auguriamo un grande IN BOCCA AL LUPO BIONDA!

domenica 20 gennaio 2013

BUFALINA DELLE ISOLE



INGREDIENTI PER 2:

- 10 bocconcini di mozzarella di bufala
- pane Guttiau
- origano di Pantelleria
- salsa di pomodoro
- olive taggiasche
- sale
- olio di olive extravergine

A chi non è capitato di avere voglia di qualcosa di sfizioso e allo stesso tempo avere poco o niente nel frigorifero? Risposta: tutti. Per alcuni è quasi un vizio di forma.
Non bisogna disperare, si può recuperare con pochi ingredienti basici della cucina mediterranea.
In una pentola antiaderente metti l'olio di oliva in modo che il fondo sia coperto, senza che tutto quello che verrà versato poi galleggi. Portato ad ebollizione aggiungi una dozzina di olive taggiasche e sei volenterosa mettile in padella snocciolate; dopo circa 2/3 minuti aggiungi la salsa di pomodoro, sala a piacere e aggiungi un po' di origano di Pantelleria. Fai cuocere fino a quando la salsa non si è consumata, aspetto e consistenza devono essere compatti.

Quando la salsa è pronta hai fatto il 90% del lavoro sporco. Prendi i bocconcini di bufala, che ti consiglio di tirare fuori dal frigo almeno una mezza ora prima per potarli a temperatura ambiente, e tagliati a metà (se non hai avuto tempo passali 30 secondi al microonde).
Spezza con le mani il pane Guttiau e crea in un piatto fondo una base a spirale, posiziona le metà di mozzarella come a formare un fiore, poi prendi un cucchiaio e versa delicatamente la salsa circoncentricamente.
Per decorare incastra due pezzetti di pane Guttiau tra due mozzarelle e spargi a pioggia l'organo. Per terminare metti nel microonde o nel forno pre-riscaldato il piatto per 1 minuto in modo che le mozzarelle siano leggermente calde e servi.

Buon Appetito!

Ps questo piatto può anche essere servito come sfizioso antipasto in piccole coppette di vetro.