mercoledì 10 dicembre 2014

MENU' BIONDO PER MOTOCICLISTI DIRETTAMENTE DA LA MASCA IN CUCINA


Le cose non capitano mai per caso, come le Bionde...
A una cena in cui, almeno apparentemente, le moto non erano contemplate nemmeno da lontano incontro Silvia Leoncini, bionda food blogger ideatrice de
LA MASCA IN CUCINA.

Tra una degustazione e l'altra, scopro che l'esplosiva blogger è anche una ferrata motociclista... quale occasione più ghiotta per chieder di realizzare per noi un menù biondo da motociclista! Nessuna e così... carta bianca... a questa bionda tutto pepe che si racconta così: "Sono Silvia, food blogger (e visto che uso il forno a legna anche wood blogger), guida turistica, giornalista, insegnante, scrittrice, sciatrice, viaggiatrice piu’ di una valigia (occhio, non ridete; ho una mira da paura, e tiro con l’arco e con la 22)".

Quindi vi consiglio di leggere tutto fino in fondo. La nostra storia comincia così:
 
"Biondì anche se piove, perchè per chi è biondo – dentro e fuori- splende sempre il sole di ferragosto! Sono bionda e sono motociclista. E praticamente potrei chiudere qui, perche’ ho gia’ detto tutto.

lunedì 8 dicembre 2014

VIBRAZIONI ART DESIGN: IL PUNTO D’EQUILIBRIO TRA MOTO E DESIGN

PH. Callo Albanese
Settembre.“Ma fate anche mobili?” chiedo stupita mentre sono seduta a cena con  so chi sia più sorpreso: io, di non sapere che i due ragazzoni che ho sempre considerato dei customizer siano in realtà dei designer, o loro che non si capacitano che io non lo sappia.
Cerco di giustificare la mia ignoranza: “Vi ho conosciuti con Riders, vi ho sempre e solo visti a fiere o eventi moto… pensavo che il resto fosse allestimento”.


110 - PH. Callo Albanese
Ridono e, secondo me, stanno pensando “Bionda stordita”. Altresì penso “Designer travestiti da meccanici”. Dopotutto dei designer (almeno quelli che conosco io) non hanno nulla: sono simpatici, non se la tirano, fanno moto e le guidano ma soprattutto non passano ore col naso all’insù riempendosi la bocca con lunghe orazioni su quanto una sedia con quattro gambe sia geniale perché ha quattro gambe. Secondo voi avevo margine di dubbio?
Colpita nell’orgoglio vado a documentarmi. 

Cavolo i ragazzi, Alberto Dalsasso e Riccardo Zanobini

lunedì 24 novembre 2014

TIENI IL TEMPO - PRIMA LEZIONE DI MECCANICA PER UNA BIONDA

Albero a camme
L'avventura alla scoperta delle due ruote continua, anzi inizia. Dalle basi quella della meccanica.
Vittima della sindrome della semi secchiona, non posso pensare di definirmi una motociclista se poi di base non so cosa ho sotto il sedere. L'idea di non poter controbattere o  dire la mia mi ha portata di nuovo sui banchi di scuola. Nei panni del prof. il Boss della Scuderia Canarino, che oltretutto è Ing. meccanico. 
Appuntamento ore 20 a Bergamo, ma prima di applicarmi il prof. pretende di avere lo stomaco pieno. Le calorie verranno abbondantemente spese dopo. Il pit stop è al Beach Bar per un mega hamburger harleysta con obbligo di patatine fritte.
La pausa è breve ma intensa, per essere in formissima evito la birretta e punto ad una scolastica coca cola light.

lunedì 10 novembre 2014

FACCE DA EICMA - UNA SETTIMANA INDIMENTICABILE

EICMA 2014 - 100 ANNI DI PASSIONE
E ci siamo... anche quest'anno EICMA è finita. Anche quest'anno ho lo stesso senso di vuoto che mi prende lo stomaco. Ricordate la sensazione di quando finiva la gita scolastica o il campo estivo?. Ecco quella. Quella felicità mista a malinconia, perchè vivi ancora delle emozioni che ti hanno percorso vorticose per una settimana (che hai tanto atteso), di quella magia che solo una fiera fatta della TUA passione sa darti. Vivi ancora della felicità di aver ritrovato vecchi amici,  aver conosciuto nuovi "amanti" e perchè come capita a Las Vegas qualcosa di non raccontabile accade, ma rimane a EICMA. Tutto è possibile durante questa settimana. Ora però quella stretta alla pancia è perchè si dovrà aspettare un altro anno prima di tornare 'nel paese dei balocchi'.
Un grazie speciale va all'EICMA FAMILY che ha tanto lavorato per regalarci questa meravigliosa settimana e che ha permesso che in questi anni non fosse solo fiera ma fuori salone, dando vita a una settimana TOTALMENTE dedicata alla moto.

Ho pensato a lungo a cosa scrivere, o cosa postare e credo che l'unica cosa siano le facce da EICMA che ho incontrato perchè delle moto, quelle potete leggerle nelle pagine di chi ha più competenza di me, di chi sa il mestiere. Io vorrei cercare di raccontarvi EICMA 2014 attraverso quei volti e flash visivi che per me hanno fatto la differenza, che si sono indelebilmente stampati nella mente e nel cuore. Fuori Salobe incluso: dal vernissage del centanario, alla mitica festa Triumph alle Fonderie, passando per l'ape di Biondo Endurance e Riders per avere un epocale quanto atteso venerdi dal Giamba e il suo Motosplash dove Yamaha ha fatto il suo con Yamaha Yard Build Party...

Aspettando (con ansia) EICMA 2015...


Blondie

Ps se qualcuno vuole far parte di questo post... mi mandi una foto. La passione può solo crescere!

Guarda la Gallery

martedì 28 ottobre 2014

SINDROME DA PERFEZIONE: CONSIGLI PRATICI PER GESTIRE LA DONNA E LA MOTO PERFETTA.

Mi ci sono voluti 33 anni per capire perché una donna appariscente prima piace e poi viene accantonata perché "ingestibile".
La spiegazione era a portata di mano, ma a quella di un uomo. 
Leggendo "Resti tra noi - Dialoghi con la motocicletta" di Roberto Patrignani ho trovato l'illuminazione sulla via di Damasco. 
Per chi non lo conoscesse questo libro cult raccoglie i migliori racconti pubblicati da Patrignani nel corso di 10 anni di Motosprint (stampato nel '93). Tra una verità e l'altra mi imbatto in "Sindrome da perfezione". In queste poche righe si racconta il flirt tra un motociclista e la sua prima giapponese:

"Come tanti ci era arrivato più per crearsi una immagine nuova, un po' selvaggia, che gli permettesse di razzolare in un giro diverso, più giovanile, e spigliato della vecchia cerchia di conoscenze, datate e spente.
Sta di fatto che si fece la sua bella moto giapponese

lunedì 20 ottobre 2014

MY NAME IS... MY NAME IS... PIANTALA DEBBIE - 100 ANNI DI EICMA

Molti gli spunti in questi giorni. Chi la voleva chiamare come la Dietrich ( ma è più adeguato per una mela),  chi a tutto gas ha pensato a Wheels o Tazio in onore di Nuvolar. Sono seguiti Kawa (una pianta è verde), Guendalina, Aprilia (sa di primavera). Il buon amico Maffioli ha popostro Audrey... però è troppo da pianta mora.
Ho amanto Grace (alle passioni va aggiunta la grazia, il savoir faire). C'è stato poi il classicone Maria... ma ho immaginato che non sarebbe stato opportuno. Ma non mi convincevano ancora.
La missione sembrava compiuta grazie all'intervento dell'Art Stefano Narra, che di missioni Im-possible se ne intende con il nome Debbie... 
Come chi è Debbie?
Cantautrice, cantante, modella come coniglietta di Playboy,  Deborah Ann Harry  è maggiormente nota per essere la cantante del gruppo newyorkese Blondie, famosi soprattutto per i successi che tra 1976 e il 1982 scalarono le classifiche musicali internazionali, tra cui i più noti furono Heart of glass, Atomic, Call me, The tide is high e Rapture. Geniale, elegante, da intenditore.
Poi arriva Joy Curtis che suggerisce un PIANTALA. Mi piace mi ha fatto sorridere per la genuina semplicità, ricorda uno dei nomignoli che ti danno in compagnia quando sei ragazzino. 

L'unica cosa che rimaneva da fare era darle un nome composto. 
Vi presento PIANTALA DEBBIE.





Ora seguirò le istruzioni e... ta ta... Piantala Debbie ha visto la luce.




Nel frattempo mi sono arrivate delle foto....Qui sotto Romeo...




Le vostre come si chiamano?Intanto ascoltate questa... Call meeee

Blondie

mercoledì 15 ottobre 2014

A.A.A. CERCASI NOME DISPERATAMENTE!

Arrivo lunedì mattina in ufficio e trovo un pacchetto sulla mia scrivania. Adoro i pacchetti. Cosa ci sarà dentro?Sicuramente un ottimo modo per cominciare bene la settimana: qualcuno mi ha pensata. 
Apro un pò emozionata. All'interno una piccola latta decorata con una campagna che conosco molto bene, quella per il centenario di EICMA
Cosa ci sarà dentro questa latta mignon? Il primo pensiero è una pen drive ricca di comunicati, programma del salone e immagini. Ho quasi timore di aprirla per paura di rovinarla.
Una frase mi colpisce: LET YOUR PASSION GROW.
Il dubbio mi sfiora. Che non sia una chiavetta? Riguardo meglio la latta... Sul fondo un piccolo tappo cela delle istruzioni, e se anche di prassi non le amo più di tanto mi arrendo. Con stupore scopro che all'interno non c'è materiale per lavorare ma  una piccola pianta da far crescere. Alla felicità iniziale si contrappone il terrore della responsabilità.
Io non ho il pollice verde, a meno che non si macchi con l'evidenziatore.

giovedì 9 ottobre 2014

LA VERA IDENTITA' DI IRONMAN? ALEX ZANARDI

Prendo in mano l'ultimo numero di Riders, sfoglio e trovo una splendida intervista di Pisto che racconta la nuova impresa di Alex Zanardi: l'11 ottobre sarà in gara come Ironman alle Hawaii. 
C'è chi gli ha dato del folle a intraprendere questa avventura: “Non è così, ci ho ragionato: io credo di avere quella distanza nelle braccia, anzi il fatto di non avere le gambe non dico che in certi frangenti della gara sia un vantaggio, ma quasi. La maratona è una roba contro natura, tu pensa a farla dopo che hai nuotato e fatto 180 chilometri in bici, io almeno non mi ritroverò a gareggiare sulle mie gambe, ma spingendo la carrozzina. Il mio vantaggio è che dopo tanti anni di handbike le microvene delle mie braccia sembrano dei capillari, i capillari vene e le vene quasi arterie e ci arriva un sacco di sangue” dice al magazine.

Cosa dire ogni volta mi lascia a bocca aperta e la mente torna indietro di 4 anni:
Circuito Internazionale di Monza. Riders e BMW Motorrad organizzano l'impossibile: Zanardi in sella della Hp2 Sport
Cover Riders 27/2010
L'orgoglio mi attraversa: tra i pochi testimoni che hanno potuto godere di quell'impresa c'ero anche io.
Immaginate l'atmosfera. Tiepida mattina di dicembre, l'unido che attraversa la schiena e una sveglia a dir poco mattiniera... Il sonno prevalica la ragione: Zanardi sta per salire su una moto. E allora? Lui può fare tutto, lo ha sempre fatto. Non pensi ai suoi "limiti".
Arriva e quando ci scende dal grosso macchinone nero è subito AMORE. Saranno stati i grandi occhi blu o forse l'accento romagnalo, non so. Anzi lo so il perchè... E' stata quell'aura che lo accompagna. Arriva e ti spiazza. Li ho cominciato a pensare che nascondesse un segreto... 
Si veste, sale in moto e ci spiazza: "D... Bho in moto senza mani c'ero andato, ma senza gambe mai!" e ride. Un sorriso travolgente, una risata contagiosa.
Finalmente realizzo. 
Alex Zanardi sta per guidare una moto. Orca!

Inizia il primo giro. La pista è umida, non propriamente adatta a una corsa

Al secondo giro già mi trovo a sgranare gli occhi "Era forse un accenno di penna?". Sì lo era! Lo conferma il giro successivo in cui

lunedì 6 ottobre 2014

BI O QUADRICILIDRICA? QUESTO E' IL PROBLEMA! LA PATENTE & UNA BIONDA VOL.6




Ancor prima di prendere la patente parenti e amici cantilenavano la stessa nenia: "Ora inizia con una bicilindrica, poi passerai a una quattro cilindri, per iniziare va bene". Per mesi ho mosso  la testa in segno di comprensione, con un volto disteso come se sapessi di cosa stessero parlando, ignorando ovviamente che esistono anche i monocilindrici e  i tre cilindri.

Stufa di vivere nell'ignoranza un pomeriggio d'estate ho interpellato mio fratello e gli ho fatto la fatidica domanda: "Qual è la differenza?".
Gli si sono spalancati gli occhi e incredulo si è accertato che non fosse un colpo di calore a farmi parlare. Seria e composta gli ho detto: "Devo capire!. Bionda sì! Ignorante no!"
L'espressione sì è fatta ancora più seria o forse era solo preoccupata, ma non mi ha detto di no e così la prima lezione di meccanica è iniziata a bordo mare per concludersi con uno Spritz davanti a un memorabile tramonto. Memorabile è stata anche la pazienza del mio "fratellino" davanti alla quantità spropositata di "perché" che la mia bocca è riuscita a pronunciare.

Cilindri, pistoni, esplosioni, iniezione, coppia. Credo si sia toccata anche un po' di botanica con l'albero motore. Un cumulo di informazioni che ho dovuto elaborare alla mia maniera. Tante forse troppe tutte in una volta,  ma è stato come iniziare a studiare il corpo umano.

Nella mia testolina la formula magica "aspirazione , compressione , scoppio , espansione e scarico" ha trovato forma e comprensione traducendo il movimento cilindro-pistone nel funzionamento del cuore. Un'immagine nella mia testa: il grande cuore della campagna pubblicitaria del centenario di
EICMA



Campagna EICMA 100 anni di passione
Perché il cuore?

mercoledì 1 ottobre 2014

DO YOU LOVE VINTAGE? I LOVE I COLORI DEL BIANCO, VINTAGE SHOP

Per essere Principessa serve una Fatina e questo è un dato di fatto. Che io ami fare la Principessa è un altro dato di fatto. Ecco perché di tanto in tanto vado da I colori del bianco, mi infilo l'abito in tulle rosa da archivio e mi perdo nei racconti della mia Fatina. 
Il suo nome è Loredana Mapelli mente e cuore di un piccolo tesoro per gli amanti del vintage...


La prima volta che sono entrata ero titubante e alquanto restia a comprare "cose usate" che fossero abiti o pezzi di design. Sapete quanto rimasi dentro?
Più di tre ore e portai a casa un discreto bottino. Il segreto? La capacità di Loredana di farti apprezzare e capire il vintage. 

"Ogni pezzo attende il suo proprietario. Il fascino di questo lavoro è nel trovare il pezzo che ancora non avevi, lo pulisci, cerchi di dargli un'identità e di ricostruirne la storia" mi disse, ma quello che davverò mi colpì fu: "Le firme famose come Chanel, Balenciaga, Christian Dior, Gucci le conosciamo tutti, ma ci sono molti nomi di laboratori non così famosi che

lunedì 29 settembre 2014

DISTINGUISHED GENTLEMAN'S RIDE: MILANO HA TUONATO

"Il cielo prometteva una bella giornata: la luna, in un canto, pallida e senza raggio, pure spiccava nel campo immenso d’un bigio ceruleo, che, giù giù verso l’oriente, s’andava sfumando leggermente in un giallo roseo. Più giù, all’orizzonte, si stendevano, a lunghe falde ineguali, poche nuvole, tra l’azzurro e il bruno, le più basse orlate al di sotto d’una striscia quasi di fuoco, che di mano in mano si faceva più viva e tagliente: da mezzogiorno, altre nuvole ravvolte insieme, leggieri e soffici, per dir così, s’andavan lumeggiando di mille colori senza nome: quel cielo di Lombardia, così bello quand’è bello, così splendido, così in pace".

Ed è così che ieri si presentava il cielo sopra San Babila eppure il cielo di tutta Milano ha tuonato, le strade hanno tremato e l'aria si è rarefatta... Non è stato un cataclisma ma la Distinguished Gentleman's Ride che ha totalmente invaso la città che si è fermata a guardare questa enorme parata di uomini ben vestiti...

martedì 23 settembre 2014

LA MATEMATICA NON E' UN'OPINIONE: +3000 AL 7° COMPLEANNO DI RIDERS. BLONDEMIND INVIATE SPECIALI PER AMOTOMIO.IT

Quando ho iniziato a fare la conta degli amici che sarebbero stati presenti al Bread and Salam per il 7° compleanno di Riders è venuto fuori che Flap, Fagna e Wolf, alias AMotoMio, avevano già un impegno... (improrogabile dicono). Scherzando ho detto a Flap "Ti facciamo da inviate speciali". 
Il "problema" è che Flap è biondo dentro e ha risposto "Ok, mi piace!". 

Ed eccoci qui... The Gas (fotografa e Art di Blondemind) e io (Blondie) 
a raccontarvi questa storia...

lunedì 22 settembre 2014

27 SETTEMBRE: MOTOCICLISTE INVADIAMO LA CITTA'! PRIMA EDIZIONE DI WOMEN RIDERS'S NIGHT

  

 

Io proprio non resisto! La mia bionda amica Giulia mi ha chiesto "Andiamo?"
"Sì, certo!" le ho risposto senza nemmeno pensarci. E' la mia amica, di lei mi fido. Però mi è sorto un dubbio. Dove andiamo?
Ma alla prima edizione delle Women Riders Night, risponde lei serena.
Nella mia testolina bionda un flash: io non ho la moto, lei la patente... Ma come ci andiamo tra le motocicliste? A piedi par brutto.
Non faccio in tempo a proferire l'incertezza che lei mi fissa con gli intensi occhi cerulei e sottolinea: "Tranquilla la moto si trova!".

lunedì 15 settembre 2014

BIONDI'

Per iniziare la settimana con grinta! Biondí a tutti!
Per chi si sente Biondo dentro... c'è sempre da mette un bel LIKE sulla pagina ufficiale di FB.
 
                            
 
Baci
 
Blondie

giovedì 4 settembre 2014

sabato 30 agosto 2014

SEPPIE MPUTTANUTE

                                            


INGREDIENTI X2:


- 3 seppie fresche 
- 4 patate
- 1 melanzana
- olive verdi grandi con nocciolo
- salsa di peperoncino pugliese
- olio extravergine pugliese (ha un gusto forte)
- basilico
- sale
- pane casereccio

PREPARAZIONE:

Arrivata in Salento ho imparato subito due cose fondamentali:
1) se sei qui con un'amica del luogo non pensare MAI che una mamma salentina ti lasci senza olio, ortaggi freschi, passata, vino e versioni varie del "piccanto";
2) lo scirocco mputtanutu col suo caldo umido sembra non turbare nessuno, ma essendo mputtanutu si addentra silenzioso creando l'effetto caldazza.

martedì 26 agosto 2014

TAGLIATELLE AL TONNO PIPERITO

INGREDIENTI x 2 (mangioni): 

- 500 gr tagliatelle fresche 
- 300 gr/ 2 fette di tonno fresco 
- 200 gr pomodorini pachino
- mentuccia 
- pinoli 
- olio extravergine 
- 1 bicchiere di vino bianco 
- sale fino e grosso Iniziamo preparando gli ingredienti.


            
    


PREPARAZIONE:

Taglia a cubetti le fette di tonno e anche i pomodorini. Nel contempo in una padella antiaderente fai scaldare l'olio (io ne metto circa 2 giri di padella in

 coprirne il fondo), arrivato a temperatura fai saltare il tonno aggiungendo gradualmente il bicchiere di vino facendolo sfumare. A questo punto aggiungi i pomodorini e 4/5 foglie di menta tagliuzzate a mano. È ora di mettere a scaldare l'acqua della pasta e buttare le tagliatelle. Se nel tempo di ebollizione il sugo si consuma troppo aggiungo un pó d'acqua. Arrivate a cottura, scola le tagliatelle e condisci con il sugo. Aggiungi altra menta fresca e i pinoli. Per impiattare usa un forchettone con cui girare le tagliatelle, si creeranno dei piccoli nidi a cui aggiungiungere qualche pinolo, una foglia di menta e dei pezzetti di pomodoro fresco. Servi e tieni a portata la pentola, la presentazione serve per gli occhi, la sostanza per la panza!

COLONNA SONORA:
The Fuzztones - Strychmachine

Ecco pronto un nuovo piatto Easy&Chic.

N.B. la scarpetta è d'obbligo, una questione di etichetta.

Buon Appetito!

Blondie

martedì 5 agosto 2014

BLONDE DAY: ALWAYS MARILYN MONROE

Da piccola sognavo di diventare la Barbie, da grande Marilyn... con "leggera" profondità ha toccato il cuore di tutti noi. Anche se a me piace ricordarla anche solo come la dolce Norma Jane.


"Tutti veniamo alla luce con la nostra sessualità, grazie a Dio, ma è un peccato che così tanta gente disprezzi e soffochi questo dono naturale. L'arte, la vera arte, viene da lì, come ogni cosa".

 

venerdì 1 agosto 2014

7 VIRTU' PER LA SICUREZZA STRADALE - SPOT ANCMA

Sui 7 peccati capitali sono preparata!!! Di alcuni sono la regina, altri proprio non mi appartengono.
Ma se mi chiedeste 7 virtù a cui fare riferimento avrei dei seri dubbi. In una parola direi che le  virtù si racchiudono nella parola Bionditudine: chi fa sul serio ma non si prende sul serio...

Nella mia blonde-attitude però c'è anche la passione per quei cicli rombanti che  fanno tremare il cuore, quelli che mamma ti dice "Sei sicura che non sia pericoloso?". E se mamma ti guarda con gli occhioni come fai a non dirle "Hai ragione?!". 

Ho trovato però il modo di rassicurala promettendole di seguire i consigli, anzi le 7 virtù, suggeriti da chi di motori se ne intende. Ho fatto anche la croce sul cuore, perchè se qualcuno ci mette la faccia posso fidarmi.

Inutile seguitare a parlare, meglio GUARDARE & ASCOLTARE!
 



martedì 29 luglio 2014

FUMATA ROSA: HABEMUS NEW BLONDE BIKER - LA PATENTE E UNA BIONDA Vol.6

"Aiutati che il  ciel ti aiuta".  
Non mi pare.
Ore 6.00 fuori diluvia. Il che non sarebbe un problema se potessi rimanere a gongolare sotto le coperte, ma lo diventa nel momento in cui il calendario segna:

"ESAME PATENTE MOTO".

La prima domanda è come mi vesto?
Essenziali i portafortuna: la T-shirt il casco in glitterato...delle girlz, il braccialetto di MIA's, quello di UNOde50. Le cose essenziali le ho.
Ops... ricordiamoci la sicurezza: giacca e guanti con le protezioni  Dainese. Ora ho proprio tutto. Paura di toppare compresa.

lunedì 28 luglio 2014

LA PATENTE & UNA BIONDA VOL. 5 -NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI

"Notte prima degli esami, notte di polizia,certo qualcuno te lo sei portato via,notte di mamme e di papà col biberon in mano,notte di nonne alla finestra, ma questa notte è ancora nostra,notte di giovani attori di pizze fredde e di calzoni,notte di sogni di coppe e di campioni,notte di lacrime e preghiere"...

Tante preghiere... domani è il grande giorno... Patente sarai mia? 
Siamo oneste: il percorso mi intimorisce!. La sensazione è la stessa della notte antecedente la maturità. Sapevo di essere preparata, avevo studiato tutto, fatto gli esercizi. Diligentemente, una brava scolara. Responsabile, affidabile. La stessa scolara che ad un 9 di rosso vestito ha sempre preferito un sano 7 e mezzo, perchè aveva i suoi amici da incontrare, i giri in motorello da fare, la sua vita da vivere, sicura del "tanto io mela cavo". Non vorrei che questa spalalderia mi costassse cara. Una distrazione, un birillo suicida sotto la ruota, una moto che decide di spegnersi alla partenza. E' questione di regole e meccanica. Chiudo gli occhi e penso "la matematica non sarà MAI il mio mestiere..." quindi posso solo andare di pancia e ripercorrere con l'immaginazione tutto il percorso...
 

video

giovedì 24 luglio 2014

BACCALA' INNAMORATO DELLE CIPOLLE DI TROPEA CARAMELLATE E UBRIACHE DI RUM

Com'è un baccalà innamorato? Con la faccia da baccalà ovviamente! Pensate poi se si innamora di una cipolla, rossa e di Tropea. 
E' necessariamente amore, purché la signorina é di carattere esaporita, ma difficile da digerire...la battuta è scontata.
Eppure, è una grande storia d'amore che si sposa perfettamente col palato.


Unaricetta Easy&Chic...perchè noi rimaniamo persone con poco tempo, ma con un grande amore per la buona tavola.

INGREDIENTI X 2:

- 500 gr di filetti Baccalà (suggerisco quello congelato, evita la lavorazione di tre gg)
- 2 cipolle rosse di Tropea
- 1/2 bicchiere di latte
- 1/4 di bicchiere di Rum 
- olio extravergine di oliva
- zucchero di canna
- acqua calda

martedì 22 luglio 2014

WORLD DUCATI WEEK 2014: ROSSA BATTE BIONDA...

Se mi chiedi la prima cosa che mi viene in mente se dici rosso è: il rossetto di Chanel...Piatta, senza indugi.

La seconda? Le unghie lunghe e laccate degli anni'70.

La terza? Dopo questo w/e sicuramente Ducati, anzi World Ducati Week.

L'antipasto è stato l'arrivo in hotel. All'ingresso del Casali una grande vela rossa recita: WDW2014. Mi guardo attorno è mi accorgo che tutta Misano batte bandiera Ducati, una pennellata di colore che ha fatto vibrare tutto il lungomare, che ha fatto eco per chilometri senza mai disturbare. Nell'aria l'estate e il brio delle feste dei 15 anni, della prima vacanza da soli.

mercoledì 16 luglio 2014

LA CLUTCH CON IL RITMO DENTRO: GENEVA MODEL XS SPECIAL EDITION BY SOUNDERS MILANO

Credevo di averne di ogni genere e tipo, declinate per colore, dimensione e materiale. Invece una mattina passi dalla tua amica Francesca e scopri che ti manca la clutch più tecnologica dell'estate:
la Geneva Model XS Special Edition by Sounders Milano. 

lunedì 14 luglio 2014

LA PATENTE E UNA BIONDA VOL.4 - COME SCELGO LA MOTO GIUSTA? CONSIGLI DAL RUVIDO



Dopo la seconda guida, la voglia di gironzolare libera sulla mia moto, mi rendo conto che non ho una moto...
Che sia un problema? Anche sì!sevoglio scorrazzare coi capelli al vento...
Ma da dove comincio? Così mi affido all'esperienza di un amico che mi scrive quanto segue:

"Sarà un viaggietto surreale, divertente e semiserio su quale sia la prima moto più indicata per una bionda" parte già molto bene. Prima discriminante: Moto Bionda.

giovedì 10 luglio 2014

GNOCCHETTI AL BASILICO CON SUGO DI PERSICO E POMODORO FRESCO




Bella gente non si può parlare solo di moto e uomini, per carburare servono calorie...
Riprendiamo quindi con le ricettine Easy&Chic: veloci, ad effetto, semplici da preparare.

INGREDIENTI X 2: 

- 500 Gr gnocchetti al basilico (da acquistare freschi in   gastronomia/bancogastronomia)
- 250gr pomodori rossi
- 2 trancetti di persico
- basilico fresco
- olio extra vergine
- dado di pesce
- sale

PREPARAZIONE:

Come al solito il tempo è poco, ma la voglia di qualcosa di buono è troppa una pizza da asporto oggi non ci sta. Dopotutto è domenica, il giorno delle Signore! Faccio un salto al super, et voilà... Stasera gnocchetti al basilico con sugo di persico e pomodori freschi. Torno a casa e con il mio bel coltellaccio in ceramica taglio a pezzetti i rossi e succosi pomodori per poi farli saltare in padella con l'olio extravergine, sale a piacere e 1/4 di dado di pesce. No aglio, no cipolla, no fiatella. Mentre si consumano per diventare più simili ad un composto compatto e non a un quadro di Pollock, taglio a pezzettini il persico e lo metto da parte.
Sminuzzo il basilico a mano mentre metto su l'acqua per la pasta. quando arriva al punto X, unisco il persico al pomodoro (in pochi minuti diventerà bianco e cotto)  e quando le bolle sono scoppiettanti verso gli gnocchetti. T
tempo di cottura 1/2 min (quando vengono a galla).

Scolo, li metto nella padella del sugo e finiso con del basilico a fresco che a foglia di può utilizzare anche come guarnizione.

Servo e mangio accompagnata da un bel bicchiere di bianco fruttato.

N.B. la scarpetta è d'obbligo, una questione di etichetta.

Buon Appetito 

Blondie

martedì 8 luglio 2014

LA PATENTE & UNA BIONDA - Vol.3: LA PRIMA VOLTA: METTI LA PRIMA,TOGLI LA PRIMA

Come per tutto c'è sempre una PRIMA VOLTA... 

Mi dirigo in autoscuola con la voglia di saltare in sella, ma col terrore di non saper mettere la prima.Eppure con la moto di mio fratello ci sono riuscita...ma non ho osato mettere la seconda. Troppi cavalli nella Bionda Ducati.

Mi presento puntuale per conoscere il mio istruttore: Roberto, segni particolari: sulla sua polo una scritta "FOLGORE". Sono pronta a ingrassarmi il viso e a stare zitta, zittissima. Sono pronta a strisciare nel fango, a rispondere "Sí, signor sí, SSSignore".

Ci portiamo nel grande piazzale di San Siro e dopo le informazioni di carattere teorico/pratico, mi dice "Vai!"
Come "Vai?". Siamo sicuri? Sola? Senza cuscini, senza istruttore?. OK...

Metto in moto e, prima di scatenare la potenza, Roberto si raccomanda: "Bionda! Ricorda la regola n°1: Non devi cadere!". Faccio chi opportuni scongiuri, ripeto velocemente a mente gli step folle, prima, accelleri, seconda, guarda sempre avanti, si dolce nel frenare, la punta mi raccomando la punta...". Troppe cose tutte insieme. Parto (con qualche saltello non lo nego) e magicamente riesco anche a fermarmi senza danni collaterali. 

Vi dirò mi son sentita phiga. Ed è proprio quando mi sento phiga che rallento, mollo la frizione e dopo qualche singhiozzo della Kawasaki perdo rovinosamente l'equilibrio e volo per terra. Veloce come un gatto che sta per essere lasciato sull'asfaltobalzo fuori dalla moto, lasciandola pietosamente a terra.

Mi alzo sorrido a 360° e con occhioni colpevoli guardo l'istruttore che amorevole mi dice: "Dai così ci siamo tolti la caduta". Risalgo in sella e timida chiedo: "Posso andare di pancia, troppe regole mi confondono, probabilmente il biondo, però mi confondono...".

Roberto acconsente. Ed è lì che la bambolina e io entriamo in confidenza. Lei non ha paura di me e io non l'ho di lei. Le gambe si rilassano e accompagnano il movimento delle due ruote, le spalle si distendono evitando che la cervicale si incricchi e riesco a guardare avanti.
That's AMORE! Riesco anche a mettere la seconda in scioltezza, evitare il muro e finire la lezione con un unico livido. Mentre scorrazza libera per il piazzale mi sento invincibile come Batman, ma con il matello fluo. 

Ecco la prove senza tagli,spegnimento compreso...#Blondie #nofilter



video


La prossima lezione: prova su strada... forse non sono stata così pessima, ma attenti a voi se vedete un Fluobatmantello!
Blondie 

VEDI ANCHE:

LA PATENTE A & UNA BIONDA - vol.1


LA PATENTE A & UNA BIONDA - vol.2: ODE AL FOGLIO ROSA

venerdì 4 luglio 2014

IL GIOCO DELL'ESTATE: #MOTORIMORCHIO IN AUTOSTRADA

La formula semplice: 4 amiche + Riccione + gara motociclistica + biondite acuta = abbiamo trovato il gioco dell'estate. Il MOTORIMORCHIO in autostrada.
La giornata ha preso la giusta piega sul Misano World Circuit per la seconda tappa italiana di SBK, ma il rientro a Milano ha l'aria di essere lungo e faticoso. Vediamo l'inizio della coda, ma non la sua fine (che nemmeno il trenino dell'ultimo dell'anno). 

La formazione ci vede così posizionate:
- alla guida: The Italian Job alias non mi ferma nessuno, mai
- navigatore: Miss Hit-ech alias nel mio telefonino ho tutta la mia vita, colonna sonora compresa
- sul sedile posteriore sulla dx: La Traviata alias dimmi con chi vai e ti dirò chi sei (trenquilli è con noi..).
- sul sedile a sx... Rimango io alias il Biondo è sempre un'ottima scusa

Denominatore comune: ognuna di noi ha un motivo per avercela con uomo estistente o esistito...
 
Stoniamo, massacriamo e alteriamo, miagolanti, i classici degli ultimi 30 anni e più della storia della musica. Ed è su Self Control che scatta l'idea del Motorimorchio...

Prima di tutto selezionare l'autovettura: in base alle sue caratteristiche tecniche si può capire se sia uno sborone, se fa solo finta di capirne di auto o, in base ad adesivi o seggiolini, il suo status sociale. La segmentazione di mercato si fa ancora più difficile cercando di far combaciare i gusti di tutte e quattro...

Dopo diversi avvistamenti, un tentato abbordaggio da un simpatico gruppo di bolognesi con fede e tanto di inseguimento chilometrico per stamparci poi sul vetro il numero di telefono, sembra che la fortuna sia altrove. Precisamente davanti a noi in un grossa Range Rover. La silhouette in controluce fa  ben sperare... Con agilità di una pantera The Italian Job dribla il traffico, e affianca il nostro Principe Azzurro... suspance... Ci guardiamo prima di tuffare la nostra curiosità nel lunotto.
 
OMG!!!!! che sola! Se gli facciamo lo sconto avrà l'etá dello zio d'America! Ridiamo, ma con l'amaro in bocca...

Tutto sembra perduto quando Miss Hit-ech dice fugace "LUI!", indicando un furgincino Mercedes. La Traviata ed io lo scannerizziamo alla Robocop: "Molto bene, benissimo!".
Parte il concilio. Bello, ma ha un furgincino... Però della Mercedes... Begli occhiali verde fluo su sorriso Durbans. Si merita una possibilità. Sicuramente trasporta qualcosa di prezioso.
La caccia è cominciata!
Superando diligentemente a sx ci mettiamo in formazione paparazzo: tutto il lato dx è pronto a scattargli una foto...click, clik, clik. Preso da tutti i lati. Il risultato è fenomenale: da sexy a faccia da triglia. Sulla sua fronte lampeggia "NON -E' - P-O-S-S-I-B-I-L-E", il telefono quasi gli cade di mano, la lingua cede.
Pronte a giocare!

Miss Hit-ech cambia appropriatamente colonna sonora: Vamos a bailar!
Noi scoppiamo a ridere, a ridere... che nemmeno una sessione di addominali con il personal trainer sarebbe servita tanto.

Il ragazzo azzarda l'inseguimento e ci risupera per controllare se fosse stato un abbaglio, un colpo di caldo. La fortuna è dalla sua. Noi gli sorridiamo e aprofittando della busta di una bolletta iniziamo a scrivergli messaggi e a studiare il caso umano. Sembra simpatico e non pare tirarsela.
Ci chiede da dove arriviamo. Noi spavalde gli sbattiamo sul finestrino un cumulo di super pass della SBK. Ride. E alza una coppa labbialeggiando alla moviola "M-o-t-o-c-r-o-s-s"..Il cuore si riempie di gioia pensando: è un pilota!!!!!
Chiediemo la sua direzione: Milano. O cavoli! anche noi...
Scatta il terzo cartello: Aperitivo?
Dice sì, ma come tutti gli uomini non sa prendere la palla al balzo...e si nega per la sera stessa  proponendo per il martedì successivo. Pensiamo: è un U.F.O.! Martedì gioca l'Italia. 1 a 0 per lui.
 
Ci stupisce nuovamente piazzando su un mega foglio il suo numero di telefono. (E se fossimo delle pericolosissime criminali?Anche qui gli va bene)
Lo fotografiamo e non ci resta che rispondere con un altro foglietto.



RICAPITOLIAMO. Per il #Motorimorchio in autostrada servono:

- carta
- penna
- coda in autostrada, ma va bene anche la tangenziale
- occhio di lince
- un colpo di glutei
- tanta autoironia
- Biondite, dentro e fuori

GIRLZ LA SFIDA E' APERTA! 

Blondie




lunedì 30 giugno 2014

LA PATENTE A & UNA BIONDA - vol.2: ODE AL FOGLIO ROSA


                       Foglio rosa finalmente nelle mie mani!



perché:

- n°1: sei ROSA!

- n°2: sei ROSA è ciò significa che la patente è DONNA, altrimenti sarebbe   stato azzurro...

- n°3: ROSA come la #sciarosa del "vivi positivo". Life is beautiful and Blonde 

- n°4: ROSA come il colore di Barbie

- n°5: ROSA come il mio profumo preferito 

- n°6: ROSA, il colore del sesso debole... che sia proprio donna?

- n°7: ROSA come il migliore dei sogni

La verità, a parte il suo colore, è che vuole dire che inizia il count down per l'arrivo di un "Pericolo Biondo" sulle due ruote...



Guida... ti sto prenotando! (Però anche lei è femmina...)  

In rosa veritas!




vedi:  LA PATENTE A & UNA BIONDA - vol.1.
  
Blondie