mercoledì 10 dicembre 2014

MENU' BIONDO PER MOTOCICLISTI DIRETTAMENTE DA LA MASCA IN CUCINA


Le cose non capitano mai per caso, come le Bionde...
A una cena in cui, almeno apparentemente, le moto non erano contemplate nemmeno da lontano incontro Silvia Leoncini, bionda food blogger ideatrice de
LA MASCA IN CUCINA.

Tra una degustazione e l'altra, scopro che l'esplosiva blogger è anche una ferrata motociclista... quale occasione più ghiotta per chieder di realizzare per noi un menù biondo da motociclista! Nessuna e così... carta bianca... a questa bionda tutto pepe che si racconta così: "Sono Silvia, food blogger (e visto che uso il forno a legna anche wood blogger), guida turistica, giornalista, insegnante, scrittrice, sciatrice, viaggiatrice piu’ di una valigia (occhio, non ridete; ho una mira da paura, e tiro con l’arco e con la 22)".

Quindi vi consiglio di leggere tutto fino in fondo. La nostra storia comincia così:
 
"Biondì anche se piove, perchè per chi è biondo – dentro e fuori- splende sempre il sole di ferragosto! Sono bionda e sono motociclista. E praticamente potrei chiudere qui, perche’ ho gia’ detto tutto.

lunedì 8 dicembre 2014

VIBRAZIONI ART DESIGN: IL PUNTO D’EQUILIBRIO TRA MOTO E DESIGN

PH. Callo Albanese
Settembre.“Ma fate anche mobili?” chiedo stupita mentre sono seduta a cena con  so chi sia più sorpreso: io, di non sapere che i due ragazzoni che ho sempre considerato dei customizer siano in realtà dei designer, o loro che non si capacitano che io non lo sappia.
Cerco di giustificare la mia ignoranza: “Vi ho conosciuti con Riders, vi ho sempre e solo visti a fiere o eventi moto… pensavo che il resto fosse allestimento”.


110 - PH. Callo Albanese
Ridono e, secondo me, stanno pensando “Bionda stordita”. Altresì penso “Designer travestiti da meccanici”. Dopotutto dei designer (almeno quelli che conosco io) non hanno nulla: sono simpatici, non se la tirano, fanno moto e le guidano ma soprattutto non passano ore col naso all’insù riempendosi la bocca con lunghe orazioni su quanto una sedia con quattro gambe sia geniale perché ha quattro gambe. Secondo voi avevo margine di dubbio?
Colpita nell’orgoglio vado a documentarmi. 

Cavolo i ragazzi, Alberto Dalsasso e Riccardo Zanobini